Questo sito utilizza i cookie per migliorare servizi ed esperienza dei lettori. Per info....Leggi Qui

Archivio Articoli

Warning: "continue" targeting switch is equivalent to "break". Did you mean to use "continue 2"? in /home/arile241/arilecce.it/html/templates/shape5_vertex/vertex/responsive/responsive_mobile_menu.php on line 158

Accesso Utenti

Valutazione attuale: 5 / 5

Stella attivaStella attivaStella attivaStella attivaStella attiva
 

Indice articoli

 

Gianni, IK7QPB

Ciao Gianni IK7QPB, amico mio!

Tra le centinaia di articoli che ho scritto mai avrei pensato, e soprattutto mai avrei voluto, scriverne uno per parlare di un caro amico che ci ha lasciati: Giovanni “Gianni” Zocco, IK7QPB.

Ci ha lasciati dopo una malattia che ha affrontato con dignità e pensando in positivo.

Ho conosciuto Gianni da ragazzino, ad inizio anni '90: avevamo in comune la passione per il radiantismo. Nonostante la differenza di età (Raul, suo figlio, è mio coetaneo) diventammo subito amici.

Erano gli anni in cui se avevi bisogno di qualsiasi dispositivo elettronico non potevi andare online ed acquistarlo, semplicemente perchè non c'era l'elettronica di consumo né tantomeno il web... come lo conosciamo oggi. E quando trovavi in negozio ciò di cui avevi bisogno, la maggior parte delle volte non potevi acquistarlo perché costava troppo. A quel punto l'unica alternativa era l'autocostruzione: in questo Gianni era un vero mago e ci aiutava sempre con estremo piacere. Ed ero, ovviamente, ben lieto di poter ricambiare aiutandolo nelle poche cose in cui non era ferrato.

Volevo diventare Radioamatore dopo aver fatto esperienza nella banda cittadina “CB”. Gianni mi incentivava a fare tanto ascolto per imparare, mi diceva, prima di sostenere l'esame a Bari. Ogni volta che entravo a casa sua sembrava di entrare nel paese dei balocchi: ricetrasmettitori, strumenti, antenne, attrezzi e riviste dappertutto.

Le ore passavano veloci ascoltando i suoi QSO e seguendo i suoi gesti oramai collaudati tra riscaldamento delle valvole, taratura e appunti sul log di stazione. Nella sua vita la radio era sempre al centro.

Fu così che quel sogno di prendere la Patente si realizzò nel 1993, subito prima di partire nel servizio di leva che, tra l'altro, svolsi nel Genio Trasmissioni dell'Esercito.

Una volta conseguita la Patente e prima di avere il nominativo feci, proprio dal suo “shack”, i miei primi collegamenti come secondo operatore. Ma l'abitudine di fare QSO da casa sua rimase anche per tutti gli anni a venire perchè, disponendo di una stazione nettamente superiore alla mia, mi permetteva di poter fare collegamenti altrimenti impossibili. Ed era anche una scusa per condividere il nostro amato hobby.

Gianni era sempre molto preso dai suoi progetti, intento a creare o modificare qualcosa. Eccelleva in tutto ciò che poteva coinvolgere la mente e le mani. In casa sua faceva qualsiasi lavoro fosse necessario, ma era incredibile come riusciva a dare il suo tocco personale, magari cambiando radicalmente l'uso per cui un prodotto/attrezzo era nato.

Come non ricordare, poi, la sua amata linea Drake, i Collins,o il suo Kenwood. Come non ricordare i primi collegamenti in SSTV o quelli in packet utilizzando il mitico Commodore C64.

Ma Gianni è rimasto sempre al passo con i tempi, anche quando l'informatica è dilagata nel radiantismo. Non ha mai perso la voglia di fare, imparare e, soprattutto, conoscere e sperimentare. Per lui non esistevano limiti.

Era abbastanza riservato ma la porta di casa sua era sempre aperta, per tutti. Chiunque abbia avuto la passione per le radio, non importa se CB, radioamatore o radioascoltatore, o per l'elettronica è passato, almeno una volta, da casa sua e proprio per questo motivo era molto conosciuto. Quando non sapevi come risolvere un problema dovevi andare da lui. Insomma: era un punto di riferimento.

Negli anni, poi, avevamo preso l'abitudine di vederci con una certa regolarità non solo per fare attività, realizzare progetti o discutere di radio ma, anche, solamente per chiacchierare del più e del meno. Di solito ci vedevamo la domenica pomeriggio e, a volte, si univano a noi anche Cosimino Attrotto IK7USL e mio cugino Antonio Baglivo IU7BQC.

Ricordo con piacere quando, guardando la foto appesa al muro che ritraeva la fabbrica in cui aveva lavorato in Svizzera, raccontava con orgoglio quell'esperienza alla Contraves, l'azienda hi-tech che realizzò, tra l'altro, l'omonimo sistema di selezione della frequenza adottato su alcuni ricetrasmettitori.

Credeva fermamente nell'A.R.I. e si era impegnato anche nell'attività associativa, proprio come quella volta quando a Capodanno del 2000, nel timore del “Millennium Bug”, lo aiutai ad allestire (a seguito delle disposizioni della Prefettura di Lecce) una stazione portatile nella piazza principale di Tricase sotto lo sguardo incredulo dei passanti. Di aneddoti da raccontare ce ne sarebbero tanti.

Mi piace ricordare il suo ultimo progetto. A furia di dirgli di come poteva essere bello andare in giro insieme a fare collegamenti, aveva pensato bene di acquistare un camioncino dotato di gru. Il camioncino non era in condizioni ottimali così, come era abituato a fare, si rimboccò le maniche e ne sistemò ogni particolare. Creò poi gli attacchi necessari per collegarci le antenne e, finalmente, nella primavera 2019 uscimmo per la prima e, purtroppo, unica volta con quel camioncino. Ci divertimmo molto insieme a IK7USL e per Gianni quello fu un test importante: si rese conto che sarebbe stato più agevole utilizzare una antenna loop al posto delle direttive. Realizzato un progetto, era già pronto a passare a quello successivo: questo era Gianni!

Il dispiacere più grande? Non avergli potuto parlare o salutarlo per l'ultima volta, anche a causa delle restrizioni imposte dall'emergenza Covid-19.

Ma mi piace immaginare che da lassù ascolterà tutti i nostri QSO indipendentemente da modo e banda.

Ciao Gianni IK7QPB, amico mio!

 

Joomla Gallery makes it better. Balbooa.com

 Di seguito il ricordo di altri colleghi OM

Icilio Carlino, IK7IMP: Quando una piccola comunità come la nostra perde un suo fedele amico, è facile cadere nella tristezza più assoluta, per noi tutti invece, la perdita di Gianni IK7QPB è un motivo in più per ricordarlo come un fulgido esempio di dedizione verso quella che per lui non era una semplice passione, ma un vero e proprio stile di vita . Ci mancherà la sua genuina ospitalità e la sua voglia di sperimentare sempre nuove attività. Addio Gianni, prima o poi ci collegheremo ancora e sarà per sempre!

Luigi Liguori, IK7YTQ: Lo conoscevo da sempre anche se, a causa della distanza, ci vedevamo poco. La cosa che più mi ha colpito di Gianni era la sua disponibilità. Proprio come quando, occasione dell'ingresso del digitale nel nostro mondo, lui si mise subito a disposizione per realizzare il ripetitore IR7BY che poi installammo a casa sua a copertura del sud Salento, lato Adriatico. L'altra cosa che mi ha colpito era la sua precisione estrema in tutto ciò che faceva, in particolare nei vari test mirati ad ottimizzare il funzionamento di tutto il sistema. Una grande persona! Un grande radioamatore!

Franco, IK7XJA: Mi dispiace. Non lo vedevo da tanto tempo...Ricordo quella volta che lo andammo a trovare insieme a IK7JPJ, anche lui scomparso l'anno scorso... Che tristezza!

Rocco Zompì, IZ7XZJ: Gianni era una gran brava persona: Quando mi trovavo a passare da Tricase avevo piacere nell'andarlo a trovare. Proprio qualche giorno fa, in occasione della scomparsa del caro NNX, lo avevamo nominato  nei nostri vecchi ricordi. La notizia della sua scomparsa fa certamente molto male, in particolare per chi lo conosceva da tempo. Che possa riposare in santa pace tra i tanti colleghi che ci hanno lasciato.

Marco Fiore, IZ7CDE: L'antenna usata da Gianni per la stazione mobile sul suo camioncino la comprammo insieme, tantissimi anni fa. Per un po' di anni l'ha tenuta sul tetto del suo laboratorio, adiacente a casa. Ogni tanto mi chiamava per comparare Ros e ricezione nelle varie spedizioni DX. Di lui ricordo, in particolare, il  meeting che organizzai a Porto Cesareo nel 2004. Anche Gianni vi prese parte aiutando Ugo Picciolo, I7UGO, a montare una parabola gigantesca .

Cosimo Attrotto, IK7USL: La prima volta che ho visto una cubica sul tetto di casa sua sono rimasto molto colpito perché non sapevo che ci fossero dei radioamatori a Tricase. Una volta conosciuto Gianni, è iniziata una amicizia che non si è mai interrotta. Quante chiacchierate nel suo laboratorio! Mi ha spinto a prendere la patente (io avevo studiato Telecomunicazioni e poi ero stato Marconista durante il servizio militare) e poi a comprare il primo HF. Lui sempre prodigo di consigli, sempre in cammino nella sperimentazione, accanito autocostruttore. Anche quando era ammalato progettava nuove esperienze. Nell'ultimo anno ha sofferto molto.  Riposi in  pace. Il Signore l'abbia in gloria.

Vincenzo Stefanazzi, IW7DMH: Era una gran brava persona, un radioamatore di altri tempi. R.I.P.

Salvatore Mele, IZ7VLL: Non ho avuto il piacere di conoscere Gianni IK7QPB, ma a quanto pare, leggendo i vostri commenti ed esperienze con lui, credo di essermi perso un vero OM. Credo fermamente però che abbia cambiato solo forma. Tra quelle onde generate sovente dalle nostre e dalle sue creazioni, Gianni ha preso posto per l'eternità e magari chissà, se alziamo gli occhi al cielo oltre le antenne, nel nostro momento più buio, una stella ci starà telegrafando di guardare avanti, con coraggio, seguendo la strada che lui ha tracciato...  

Partner

Archivio Articoli

Link Soci e Amici

Link Negozi

CW Software

QRP stuff

LOGIN

Chi è OnLine

Abbiamo 71 visitatori e nessun utente online

Ultimi Utenti Registrati

  • Iz7wem
  • IW7DAX
  • 9A6CC
  • IZ7103SWL
  • IK7YZI
  • IU7IHG
  • IZ7VLL
  • IU7IQS

eQSL.cc


Check your eQSL


Created by PA4RM

Radio Propagations


Solar X-rays:
Status
Geomagnetic field:
Status
Created by PA4RM